Joe Biden LGBTQ

Proclamazione del Mese dell’Orgoglio Lesbico, Gay, Bisessuale, Transgender, Queer e Intersessuale, 2022

Discorso del Presidente Americano Joe Biden Tradotto in Italiano durante un suo recente discorso.

Durante il Mese dell’Orgoglio Lesbico, Gay, Bisessuale, Transgender, Queer e Intersex (LGBTQI+), riflettiamo sui progressi compiuti come nazione nella lotta per la giustizia, l’inclusione e l’uguaglianza, riaffermando al contempo il nostro impegno a fare di più per sostenere i diritti LGBTQI+ in patria e all’estero. Spesso dico che l’America può essere definita da una parola: possibilità. Questo mese celebriamo generazioni di persone LGBTQI+ che hanno lottato per rendere reali le possibilità della nostra nazione per ogni americano.

Oggi, i diritti degli americani LGBTQI+ sono oggetto di attacchi incessanti. I membri della comunità LGBTQI+ – in particolare le persone di colore e i trans – continuano a subire discriminazioni e sforzi crudeli e persistenti per minare i loro diritti umani. Un’ondata di pericolose leggi anti-LGBTQI+ è stata introdotta e approvata negli Stati di tutto il Paese, prendendo di mira i bambini transgender e i loro genitori e interferendo con il loro accesso all’assistenza sanitaria. Questi attacchi inconcepibili hanno lasciato innumerevoli famiglie LGBTQI+ nella paura e nel dolore. Tutto ciò è stato particolarmente difficile per i giovani LGBTQI+, il 45% dei quali ha preso seriamente in considerazione l’idea di tentare il suicidio nell’ultimo anno: una realtà devastante che la nostra nazione deve affrontare con urgenza.

Questo mese ricordiamo alla comunità LGBTQI+ che sono amati e apprezzati. La mia Amministrazione vi vede per quello che siete, meritevoli di dignità, rispetto e sostegno. Come ho detto nel mio discorso sullo stato dell’Unione – in particolare ai giovani transgender americani – come Presidente vi coprirò sempre le spalle, affinché possiate essere voi stessi e raggiungere il potenziale che Dio vi ha dato. Oggi e ogni giorno, la mia Amministrazione è al fianco di tutti gli americani LGBTQI+ nella lotta continua contro l’intolleranza, la discriminazione e l’ingiustizia. Condanniamo le pericolose leggi e proposte di legge statali che prendono di mira i giovani LGBTQI+. E rimaniamo fermi nel nostro impegno ad aiutare le persone LGBTQI+ in America e nel mondo a vivere libere dalla violenza.

Sin dal mio primo giorno in carica, ho intrapreso un’azione storica per garantire che tutti, indipendentemente da chi sono o da chi amano, abbiano un posto paritario nella nostra democrazia. Ho firmato un ordine esecutivo storico che incarica il governo federale di prevenire e combattere la discriminazione sulla base dell’orientamento sessuale e dell’identità di genere. Ciò include protezioni contro la discriminazione per gli americani LGBTQI+ in materia di alloggi, assistenza sanitaria, istruzione, occupazione, servizi di credito e prestiti e sistema giudiziario penale. La mia amministrazione ha ampliato l’accesso ai passaporti inclusivi per i transgender americani e ha introdotto riforme nel processo di screening dei viaggiatori negli aeroporti degli Stati Uniti. Stiamo sostenendo il servizio aperto per i membri patriottici dell’esercito transgender e stiamo fornendo servizi migliori ai veterani LGBTQI+. Sono onorato del servizio del primo Segretario di Gabinetto apertamente gay e della prima persona transgender confermata dal Senato e di aver potuto istituire il primo Consiglio per le politiche di genere della Casa Bianca.

Ma c’è ancora molto lavoro da fare. Per questo motivo continuo a chiedere al Congresso di approvare l’Equality Act, che sancirà le tutele dei diritti civili attese da tempo e costruirà un futuro migliore per tutti gli americani LGBTQI+. Dobbiamo anche lottare per gli anziani LGBTQI+ affinché possano invecchiare con dignità. E dobbiamo affrontare i livelli sproporzionati di povertà, senzatetto e disoccupazione nella comunità LGBTQI+.

Questo mese onoriamo la resilienza delle persone LGBTQI+, che lottano per vivere autenticamente e liberamente. Ribadiamo la nostra convinzione che i diritti delle persone LGBTQI+ sono diritti umani. E ci impegniamo a garantire protezione, sicurezza e uguaglianza alle famiglie LGBTQI+, affinché tutti possano realizzare la piena promessa dell’America.

ORA, PERTANTO, io, JOSEPH R. BIDEN JR., Presidente degli Stati Uniti d’America, in virtù dell’autorità conferitami dalla Costituzione e dalle leggi degli Stati Uniti, proclamo il giugno 2022 come Mese dell’Orgoglio Lesbico, Gay, Bisessuale, Transgender, Queer e Intersex. Invito il popolo degli Stati Uniti a riconoscere le conquiste della comunità LGBTQI+, a celebrare la grande diversità del popolo americano e a sventolare alta la propria bandiera dell’orgoglio.

IN FEDE DI CHE, ho apposto la mia mano il trentunesimo giorno di maggio, nell’anno del Signore duemilaventidue e dell’Indipendenza degli Stati Uniti d’America duecentoquarantasei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.