Gay Zurigo

Gay Zurigo: la tua guida di viaggio gay assoluta nel 2021

Abbiamo dovuto abituarci rapidamente a quanto fosse “operativa” Zurigo. Come ricordare a noi stessi che quando un autobus o un treno dice che stanno partendo a un’ora specifica, significano che stanno effettivamente partendo a quell’ora (invece che il momento è una linea guida gentile come se fossero tornati a casa!).

Una volta entrati nel ritmo della città, ci siamo innamorati. C’è l’architettura classica, le persone educate, il cibo appetitoso e, naturalmente, una pienezza di cioccolato.

L’unico inconveniente è: quanto è dannatamente costoso! La nostra prima notte lì siamo rimasti entrambi senza fiato quando abbiamo aperto i nostri menu – e non è stato perché il posto non serviva margarita … A parte questo, c’è così tanto da amare e da cui sgorgare. E abbiamo spiegato tutto per te di seguito.

Ecco la nostra guida gay definitiva a Zurigo.

Zurigo è sicura per i viaggiatori gay?

Zurigo è totalmente sicura per i viaggiatori gay, come la maggior parte della Svizzera. Gli svizzeri sono un gruppo molto progressista e di mentalità aperta, desiderosi di mostrare la loro natura ospitale. Sono però molto conservatori con un po’ di c!

Ad esempio, nonostante sia uno dei luoghi più lungimiranti in Europa, una legge che consente il matrimonio gay è ancora in attesa di approvazione tramite referendum, sebbene le relazioni gay siano state legalmente riconosciute dal 2007 e gli elettori svizzeri abbiano approvato il divieto di discriminazione contro i gay in 2020.

Personalmente abbiamo trovato che Zurigo fosse molto gay friendly. Ci siamo sentiti a nostro agio in giro tenendoci per mano. Anche se qualcuno ha avuto un problema con noi, in tipico stile svizzero, ha tenuto per sé le sue opinioni e ha giocato la carta neutrale.

La zona gay di Zurigo

Ci consideriamo persone di mentalità aperta e avventurose. Ma non eravamo preparati per la scena gay di Zurigo. Forse è stato perché abbiamo abbassato la guardia, aspettandoci che fosse caratteristico, tranquillo o addirittura sommesso. Beh, non è niente del genere!

È rumoroso, esplosivo, eccentrico e turbolento come le sale da ballo di Parigi, il quartiere gay di Berlino o la scena gay di Praga.

Il quartiere di Altstadt è considerato la “zona gay” di Zurigo, con molti bar, club, saune e caffè gay. È un bel posto anche al di fuori delle ore di punta delle feste, poiché ospita molti negozi, gallerie e teatri. Passeggiando per questa parte della città, vedrai le bandiere arcobaleno appese alle finestre, mentre le coppie gay camminano tranquillamente tenendosi per mano.

La sera, troverai gente androgina che si pavoneggia per le strade, drag queen che fumano sulle porte dei bar e musica da ballo ad alto volume che risuona dai club. Sembrava di essere in una città completamente diversa. La parte migliore è che la maggior parte dei bar ha terrazze all’aperto e birrerie all’aperto, il che significa che era perfetto per godersi un drink e curiosare sui bei ragazzi che camminano.

Eventi gay a Zurigo

Se stai pensando di volare a Zurigo, dovresti considerare di controllare gli eventi gay in tutta la città che sono programmati ogni anno e prenotare la tua visita per allora. Visitare durante un periodo intenso del calendario sociale può aiutarti a riempire il tuo itinerario, specialmente quando non sai cosa fare. Alcuni degli eventi gay che abbiamo elencato di seguito sono ciò che ha reso Zurigo così attraente per noi in primo luogo, quindi vale sicuramente la pena dare un’occhiata!

Arosa Gay Ski Week (gennaio)

Chi ha bisogno del blues di gennaio quando puoi trascorrere il tuo tempo nella pittoresca catena montuosa della Svizzera orientale? Di giorno, puoi immergerti nel paesaggio di un bianco accecante e provare a sciare. Non è necessario essere uno sciatore professionista o avere una formazione precedente poiché ci saranno lezioni per principianti. Di notte, rannicchiati negli accoglienti alloggi, rilassati in una sauna di lusso e goditi un ottimo intrattenimento con tutti gli altri ospiti gay. Per arrivarci da Zurigo, prendi il treno Intercity per CHUR e prendi la Ferrovia Retica che ti porterà ad Arosa. Questi treni arrivano ogni ora, quindi puoi facilmente pianificare la tua strada.

Festival del cinema gay della mela rosa (aprile)

Dobbiamo confessare che siamo piuttosto dei cinefili accaniti! Siamo pieni di inutili curiosità e fatti divertenti che fanno alzare gli occhi ai nostri amici quando glielo raccontiamo. È per questo che ci occupiamo di festival cinematografici cittadini come il Pink Apple Gay Film Festival di Zurigo. Ogni primavera questo festival presenta oltre un centinaio di film a tema LGBTQ. Nel cinema mainstream, la rappresentazione queer è bassa, quindi dedicare un intero festival al cinema gay è incredibilmente importante. Aspettati di trovare drammi, romcom, documentari, cortometraggi e panel/domande e risposte con registi e attori.

Orgoglio di Zurigo (giugno)

Il Pride di Zurigo si svolge ogni giugno, occupando l’intera città per un intero fine settimana. Viene anche chiamato Christopher Street Day per indicare le rivolte di Stonewall che hanno dato il via al movimento per i diritti dei gay negli Stati Uniti. Inondando le strade di arcobaleno, coriandoli e glitter, Sechseläutenplat è il posto dove stare. Ci sono tantissimi eventi in tutta la città per tenerti occupato, dalle proiezioni di film ai workshop, dalle dimostrazioni pacifiche alle serate in discoteca. Dai un’occhiata alla loro pagina Facebook per vedere cosa hanno in programma per il prossimo anno.

Street Parade (agosto)

La Street Parade di Zurigo non è un evento esclusivamente gay, ma è molto popolare tra la folla LGBTQ soprattutto grazie alla sua celebrazione della musica elettronica e dance, che noi gay vomitiamo! Si svolge ogni agosto e ha attirato in passato oltre 1 milione di persone da tutto il mondo. L’evento coinvolge 30 Love Trucks che percorrono le strade di Zurigo facendo esplodere musica elettronica/tecnologia a tutto volume. Palchi spuntano in tutta la città dove DJ e star di fama internazionale si esibiscono per uno sciame di amanti delle feste. Ora è quello che chiamiamo una festa!

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.